RUGBY, PASSIONE E CULTURA.

Politica di Sostenibilità  Guinness Sei Nazioni 2022
Print Email
La Federazione Italiana Rugby promuove, quale parte integrante ed imprescindibile della propria mission, i valori caratterizzanti del Gioco di Rugby: rispetto, coraggio, tradizione, sportività, sostegno e divertimento.
Player attivo nel campo della responsabilità sociale e determinata a rispondere in modo tangibile alle istanze della società civile, FIR ha avviato da anni un graduale percorso volto a promuovere la sostenibilità dei propri eventi, ponendosi come modello di riferimento per il movimento e lo sport italiano.
Con il 2022 l’impegno di FIR sarà indirizzato a compiere un ulteriore passo verso la sostenibilità: certificare secondo la ISO 20121, standard internazionale per
la gestione sostenibile degli eventi, le partite interne della Squadra Nazionale Maschile del prestigioso Torneo Guinness Sei Nazioni 2022, ospitate dallo Stadio Olimpico di Roma.
Il Sei Nazioni, per i match del Torneo disputati a Roma, si impegna a perseguire i seguenti obiettivi:
 
  • Gestione responsabile dell’evento: attuare un sistema coerente con gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite. Un sistema finalizzato a perseguire nelle edizioni successive traguardi ambientali ed etico-sociali in un’ottica di miglioramento continuo.
  • Impronta ecologica: agire per ridurre gli impatti diretti e indiretti associati all’evento, con particolare attenzione agli approvvigionamenti, alla mobilità, ai rifiuti e alle emissioni di CO2. Misurare e comunicare i risultati raggiunti.
  • Inclusione e promozione sociale: promuovere nuove iniziative sociali e potenziare le attività di coinvolgimento e ascolto nei confronti degli stakeholder per una migliore e più serena fruizione dell’evento.
  • Cultura della sostenibilità: dare avvio, sulla base del modello Sei Nazioni, a iniziative di sensibilizzazione e confronto per incrementare la cultura della sostenibilità nell’Organizzazione e nei principali stakeholder coinvolti nell’evento e nel movimento rugby.

 

La sostenibilità del Sei Nazioni è:

 

✓   Adozione di scelte virtuose e concrete

1.png

2.png

3.png

4.png

Coinvolgimento
Istituzioni e Partner
Uso responsabile
materie prime
Gestione sostenibile
dei fornitori
Gestione green
del servizio di hospitality

5.png

6.png

7.png

8.png

Promozione iniziative sociali in occasione dell’evento
Accoglienza spettatori disabili e attenzione all’accessibilità
Favorire modalità sostenibili di spostamento verso lo stadio
Gestione raccolta differenziata
 

9.png

10.png

 
 
Piano per la serena fruizione dell’evento e protocollo
anti-covid
Comunicazione e coinvolgimento sugli obiettivi di sostenibilità
 

✓   Coinvolgimento e inclusione

In coerenza con la visione di un Gioco di Rugby inclusivo, la FIR aspira anche a progettare l’evento in maniera partecipata, considerando quindi nelle scelte progettuali le aspettative e le esigenze di spettatori, staff, volontari, istituzioni, fornitori e di tutti i portatori d’interesse. A partire dall’edizione 2020, la FIR ha implementato un piano di ascolto e confronto con gli stakeholder.

✓   Sicurezza e partecipazione serena

L’evento è gestito in conformità alla normativa applicabile e, allo stesso tempo, adotta i massimi standard di sicurezza. Inoltre, consapevoli della particolare situazione emergenziale globale causata dalla pandemia da Covid-19, la FIR assicura che vengano seguiti e attuati tutti i regolamenti definiti dal Ministero della Salute e dai protocolli di indirizzo del Board Sei Nazioni, per garantire la massima serenità e sicurezza a tutti gli spettatori.

✓   Ispirazione e futuro positivo

Il Torneo è una straordinaria occasione per sensibilizzare praticanti e appassionati consolidando presso di loro i valori di cui il rugby è portatore sano.
La FIR, in virtù del percorso avviato, aspira a diventare modello di riferimento per veicolare i valori della sostenibilità nel mondo sportivo e nella società, sia a livello nazionale che internazionale.

 


Contatti

06 45213191